Questione Rom : OGGI in COMUNE UN INCONTRO PER FERMARE LA GUERRA FRA POVERI

Mentre il Sindaco Occhiuto continua a non rispondere alla richiesta di sopralluoghi ed incontri da parte delle Comunità Rom effettivamente in difficoltà e sul Fiume si arricchisce il teatro della falsa povertà e del previsto eco villaggio contrario ad ogni raccomandazione della Comunità Europea, le Comunità Rom della Città stanno dimostrando infinita pazienza (non sappiamo fino a quando però) e si recano disciplinatamente in Comune come questa mattina dove finalmente hanno trovato un interlocutore reale, Pino Spadafora. Pino Spadafora e l’Opera Nomadi si sono infatti presi la responsabilità di evitare la e stanno programmando una serie di interventi. In settimana infatti Spadafora ha ottenuto che i tecnici del Comune (pare increduli di tanto disastro) si rechino nelle 40 abitazioni a Via degli Stadi che stanno lentamente sprofondando nella sottostante falda acquifera; inoltre in settimana dovrebbe esaudire la richiesta formulata il 29 Giugno di asportare macerie e rifiuti dalla vera baraccopoli cioè quella che dagli anni ’40 sorge in Via Reggio Calabria. L’Opera Nomadi sta infine sollecitando un incontro dei Rom Calabresi con il responsabile dell’Istituto Case Popolari. QUALE SINISTRA E QUALE DESTRA SUL FIUME CRATI ? In merito al dibattito aperto ieri sulla stampa su quale sia la politica di destra o sinistra, l’Opera Nomadi pensa che il Sindaco Occhiuto (ed i suoi consulenti dell’ultima ora) rappresenti coerentemente la politica sociale del Centro-Destra che costruisce megacampi fuori nelle campagne e sui fiumi mentre Giovanni Cipparrone coerentemente con il suo Partito di CentroSinistra (SeL) propone una delocalizzazione in abitazioni nell’area urbana da ristrutturare (esiste già un elenco che il Sindaco Occhiuto ancora non vuole esaminare)., così come espressamente indicato dalla Comunità Europea.



09/07/2011    Direzione Generale (Roma)