Un programma di diritti e doveri per tutte le Comunità Rom di Cosenza

E’ possibile finalmente ragionare in termini razionali e non su inverosimili dati di falsa povertà e buonismo ? Ma di questa razionalità non c’è traccia in nessun programma, quasi sempre per pura disinformazione su come il problema i Rom Bulgari e Rumeni lo abbiano autonomamente risolto da Gioia Tauro fino alle case affittate ai Casali o Santa Lucia nella nostra medesima città . E’ possibile non inseguire i MEDIA e formulare un programma per tutte e 5 le Comunità, evitando l’imminente guerra fra poveri ? Per un’integrazione sociale che in realtà dovrebbe passare, parallelamente alla scolarizzazione dei Minori, per l’integrazione lavorativa dei genitori Rom/Sinti. I numeri A Cosenza Capoluogo vivono circa 1700 Rom, di cui 1000 Calabresi e circa 700 Rumeni (pochi, ancora, i Bulgari e pochi i Kosovari, comunque questi ultimi due gruppi in case affittate) divisi in 5 Comunità. > Cosenza POPILIA (500 Rom Calabresi in case popolari fra Via Popilia, Vagliolise, Bosco De Nicola; da un trentennio) ; > Cosenza SAN VITO (350 Rom Calabresi in Villette di Edilizia popolare assegnate regolarmente il 14.12.2001 e nelle Palazzine popolari occupate da giovani coppie ed originariamente destinate alle famiglie della Polizia; il contratto per le prime scade il 14.12.2011, per le giovani coppie non è stata avanzata nessuna soluzione ma è certo che le stesse non desiderano continuare a vivere in quella mega-aggregazione e vogliono essere delocalizzate (vedi politica Falcomatà-Scopelliti a RC) ; > Cosenza Via Reggio Calabria ; circa 180 Rom Calabresi in baracche da oltre 60 anni ; > Cosenza POPILIA (400 Rom Rumeni in baracche) ; (altri 50 Rom Rumeni in case affittate) ; > Cosenza Centro Storico (150 Rom Rumeni in case affittate, spesso mimetizzati come non-Rom) ; si tratta di case da risanare dopo un censimento quantitativo e qualitativo dopo un accordo con i proprietari e possibilmente con la collaborazione GRATUITA degli stessi capifamiglia quasi sempre muratori o manovali ;



25/06/2011    Direzione Generale (Roma)    Habitat