L’Opera Nomadi e la nuova Amministrazione Comunale di Milano

L'8 Giugno 2011 l'Opera Nomadi della Lombardia ha incontrato i nuovi Consiglieri Comunali Rizzo e Sonego nella sede del PRC di Milano . Guidati dal ns Consigliere Nazionale Costantin Vintila Marin (che spesso è chiamato in altre regioni, per la sua autorevolezza, per dirimere le controversie fra famiglie estese) c'erano i Rom Rumeni che avevano rifiutato il piano di rientro volontario e perciò puniti lo scorso inverno dal ViceSindaco De Corato con la cacciata dal campo di Triboniano. I Rom hanno illustrato ai nuovi Amministratori Comunali come il piano di rientro volontario fosse già fallito al 50% e che i Rom (peraltro loro concittadini o parenti) stavano ritornando in Italia ricreando insediamenti abusivi. Va evidenziato che tutti i piani di rientro volontario dalla Francia e dall'Italia sono sostanzialmente falliti e bisogna perciò che essi vengano ripensati completamente ed anzi fondamentalmente esclusi in quanto in Romania l’occupazione degli industriali occidentali (in primis quelli italiani del nord-est) ha creato un impraticabile mercato del lavoro a salari peggiori, se possibile, forse dell’Africa subsahariana. In ogni città è necessario studiare piuttosto un piano di avvio all'affitto agevolato con scadenza, in quanto la grande maggioranza dei Rom Comunitari in Italia vive in case affittate, scelte autonomamente quasi sempre in cittadine di provincia e nei Centri Storici delle stesse.



08/06/2011    Direzione Generale (Roma)