e un diritto

Il 22 giugno 2005 ha sottoscritto con il Ministero dell'Istruzione, dell'Universitą e della Ricerca un protocollo d'intesa per la tutela dei minori zingari, nomadi e viaggianti[1], della durata di tre anni, nel quale il ministero si impegnava tra l'altro a promuovere iniziative per contrastare l'abbandono scolastico e la dispersione scolastica per i minori Rom, Sinti e Camminanti, a favorirne l'integrazione e a promuovere la formazione e l'aggiornamento di docenti e operatori. Il 23 giugno 2005 i rappresentanti dell'associazione hanno partecipato ad un'audizione presso la Commissione Parlamentare per l'Infanzia, nell'ambito di un'indagine conoscitiva sull'infanzia in stato di abbandono o semiabbandono e sulle forme per la sua tutela ed accoglienza.[2] Il 10 maggio 2007 il Coordinamento Regionale Veneto dell'Opera Nomadi ha siglato un Protocollo di intesa con l'Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto che prevede, tra i suoi obiettivi generali, la sensibilizzazione e la qualificazione del personale scolastico, il coinvolgimento delle famiglie degli alunni sinti, rom e camminanti e la realizzazione di iniziative di sensibilizzazione della popolazione veneta sui problemi dell'inserimento scolastico di tali.[3] Dal 2008 collabora attivamente al censimento etnico delle minoranze Rom e Sinti nel Comune di Roma.



12/5/2020    Direzione Generale (Roma)    Diritti