Manifestazione del 11 novembre a Ostia

OSTIA , ancora informazioni confuse e dilettantesche, ovvero MAI supportate da una seria scheda storico-antropologica sulle Comunità dei Rom Abruzzesi in Italia. Il Comune di Roma riprenda l’intervento di prevenzione socio-scolastica presso le Comunità dei Rom Abruzzesi in Città (Ostia, Romanina, Porta Furba/Quadraro, Torre Angela, Spinaceto) E’ mai possibile che trasmissioni seguite da milioni di cittadini : A) inducano a credere che tutti i Rom Spada e Casamonica si comportino criminalmente ? B) e da anni continuino a definire i Casamonica (“Sinti”??) con il termine che invece identifica da sei secoli i Circensi e Giostrai italiani ? Anche il fotoromanzo televisivo “Suburra” definisce “SINTI” il gruppo dei Rom Abruzzesi di cui si tenta di parlare nel fumettone sopradetto. C) I MEDIA ROMANI ed ITALIANI conoscono i Rom Abruzzesi che vivono onestamente a Roma, nel Lazio e nelle regioni confinanti ? D) Perché infamare per intero una Comunità di migliaia di Rom ? L’Opera Nomadi inorridisce al solo sospetto che una famiglia Rom possa intrattenere qualsivoglia rapporto con gruppi neofascisti e ricordiamo come nel Settembre 1943 i fascisti di Salò sequestrarono (durante una fiera di cavalli ad AQUINO di Frosinone) proprio la famiglia Casamonica/Spada chiudendola nel campo di concentramento (delle grotte) di Blera (Viterbo) dove rimasero internati fino al Giugno 1944, come da testimonianza di Angelina Casamonica (cfr “Zigeuener: lo sterminio dimenticato” di Giovanna Boursier). E’ perciò che l’Opera Nomadi aderisce al corteo di sabato 11 Novembre ad Ostia, ed alla manifestazione di Giovedì 16, con una delegazione di Rom/Sinti che NON si riconoscono nei comportamenti del minoritario gruppo di Rom di Ostia.

Programma e Annotazioni



16/11/2017    Direzione Generale (Roma)    Diritti