Roma, Giorno della Memoria

La legge 211 del 20 luglio 2000 del Parlamento italiano istituisce, sotto proposta del parlamento europeo, il 27 gennaio come Giornata della Memoria in commemorazione delle vittime del nazionalsocialismo e del fascismo, dell'Olocausto e in onore di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati. Il testo dell'articolo 1 della legge così definisce le finalità del Giorno della Memoria: « La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. In tale legge non vengono ricordati le altre vittime del nazifascismo tra cui i Rom/Sinti, i disabili e gli omosessuali. L’Opera Nomadi, in collaborazione con il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli, l’Associazione Vita Indipendente e l’A.N.P.I (Associazione Nazionale Partigiani Italiani), organizza una fiaccolata per ricordare quelle “categorie” di vittime non esplicitate nella legge n.211 del 20.07.00. La fiaccolata inizierà alle ore 17.30 da Piazza dell’Esquilino per raggiungere Via degli Zingari ove verrà deposta una corona di fiori sulla lapide apposta in ricordo dei Rom e Sinti e di tutte le diverse vittime dello sterminio nazifascista.









27/01/2011    Direzione Generale (Roma)    News