Il Consiglio di Stato sbaglia perchè non dispone di dati

E' vero che a Roma c'è una forte emergenza sulla questione-Rom ed anzi vogliamo sottolineare che l'emergenza autentica esiste soltanto nella Capitale, provocata dalla incosciente politica di Francesco Rutelli e Walter Veltroni che per primi inaugurarono i mega-campi con tanto di telecamere e guardianìa, peraltro inutili allora come oggi. Gianni Alemanno si è limitato a razionalizzare la politica dei suoi due predecessori ed infatti non ha creato alcun nuovo campo ma ha soltanto ingrandito quelli individuati da Francesco Rutelli, allargamento già programmato da Walter Veltroni e da Jean Leonard Touadi' suo assessore, particolarmente accanito negli sgomberi violenti del 2007-2008. A Roma l'emergenza quindi c'è e sbaglia di conseguenza marchianamente il Consiglio di Stato con la sua sentenza. Il Ministro Maroni non ha MAI voluto ascoltare l'Opera Nomadi che voleva fornirgli i dati reali sulla qualità e quantita della presenza dei Rom/Sinti in Italia. Il Ministro Maroni non si è nemmeno accorto che negli ultimi 5 anni sono immigrati in Italia almeno 10mila Rom Bulgari immediatamente autocollocatisi in modeste ma dignitose case in affitto. Il Ministro per anni ha rincorso i MEDIA in una infinita campagna elettorale adesso da lui rovinosamente persa a tutto danno dei Rom/Sinti Infatti in tutto il resto d'Italia, a parte Roma, la stragrande maggioranza dei 200mila Rom/Sinti vive in casa, propria popolare od in affitto che sia, ma in casa. Il successore di Maroni vorrà finalmente ascoltarci e cominciare a ragionare in termini di diritti e doveri, di solidarietà e regole ? dr Massimo Converso Presidente Nazionale Opera Nomadi



22/11/2011    Direzione Generale (Roma)    Diritti