HABITAT SANITA' SCUOLA LAVORO DIRITTI

L'opera nomadi in Italia

L’Opera Nomadi nazionale nasce nel 1966 per la tutela dei diritti civili e la salva-guardia della cultura dei Rom/Sinti, da una evoluzione dell’Opera Nomadi di Bolzano nata nel 1963.

Riconosciuta “Ente Morale” con Decreto Presidenziale nel 1970 l’Opera Nomadi è presente su tutto il territorio nazionale con 30 sezioni o gruppi collaboratori da Bolzano alla Sicilia con oltre 500 soci. L'Ente è un'organizzazione democratica che ha il fine di salvaguardare e valorizzare con ogni possibile forma d'intervento, diretto o indiretto, il patrimonio sociale e culturale delle popolazioni rom, sinte e camminanti, comunemente – e spesso dispregiativamente - denominate zingare, nomadi e viaggianti, nonché di fornire concreti strumenti di sostegno a favore delle stesse popolazioni. L'Ente per il perseguimento dei suoi scopi sociali assume come metodo la partecipazione diretta dei Rom, dei Sinti e dei Camminanti a tutti i livelli. L'Ente è aconfessionale, apartitico e non ha fini di lucro: è una organizzazione non lucrativa di utilità sociale.

I Rom, Sinti e Camminanti in Italia sono oltre 170.000, vale a dire la percentuale più bassa – rispetto al complesso della popolazione gagì – dell’intera Europa. I gruppi più numerosi sono i Rom Rumeni, i Sinti Giostrai ed ex-Giostrai di antico insediamento, i Rom dalla Jugoslavia, i Rom Centro-meridionali di antico insediamento.

Gli ambiti di intervento dell'Opera Nomadi sono:

- UN PATTO DI RICONCILIAZIONE NAZIONALE

- La questione lavoro

- Scuola ed istruzione adulti

- La questione Habitat

Queste questioni costituiscono tutte un percorso parallelo, per un intervento efficace, per favorire l’integrazione sociale di questi gruppi e per imparare a conoscere e conoscersi.